Covid-19 e i tuoi animali: ultimo aggiornamento

Anemia Gatto: sintomi, cause e trattamento

anemia gatto

L’anemia gatto è un termine medico che si riferisce a un numero ridotto di globuli rossi circolanti, emoglobina o entrambi. Non è una malattia specifica, ma piuttosto è il risultato di un altro processo o condizione patologica.

L’emoglobina fornisce ossigeno alle cellule e ai tessuti del corpo e un gatto anemico soffrirà di sintomi legati alla mancanza di ossigeno.

In questo articolo ti spieghiamo quali sono sintomi, cause e trattamento dell’anemia nel gatto.

Quali sono i sintomi dell’anemia nel gatto?

Il segno clinico più facilmente osservato e comune dell’anemia gatto è la perdita del normale colore rosa delle gengive. I gatti anemici hanno anche poca resistenza o energia, quindi sembrano svogliati o si stancano più facilmente. Un gatto anemico può avere inoltre segni di perdita di sangue come naso sanguinante, sangue nelle feci, sangue nelle urine o vomito con sangue. Gengive pallide e letargia indicano la necessità di eseguire esami del sangue.

Come viene diagnosticata l’anemia in un gatto?

Diversi test vengono eseguiti su campioni di sangue per diagnosticare l’anemia gatto. Questi test vengono spesso eseguiti come parte di un esame emocromocitometrico completo. Il test più comune per diagnosticare l’anemia gatto è l’ematocrito. In un gatto normale, il 25-45% del sangue sarà costituito da globuli rossi. Se il valore del test è inferiore al 25%, il gatto è anemico. Altri test per determinare l’anemia includono la conta dei globuli rossi e la conta dell’emoglobina.

Quali altri test sono importanti quando un gatto è anemico?

Quando vi è evidenza di un numero basso di globuli rossi, è importante sapere se il midollo osseo sta producendo un numero maggiore di nuovi globuli rossi in risposta alla perdita di globuli rossi. Alcuni nuovi globuli rossi verranno rilasciati prematuramente e questi globuli rossi immaturi, chiamati reticolociti, possono essere colorati per una più facile identificazione su uno striscio di sangue. La presenza di un numero maggiore di reticolociti indica che l’anemia risponde. La maggior parte degli analizzatori di sangue automatizzati rileverà la presenza di reticolociti, aiutando il veterinario a determinare rapidamente se il gatto ha un’anemia reattiva.

Un attento studio dello striscio di sangue è anche importante per cercare parassiti che potrebbero causare la distruzione dei globuli rossi e altre cellule anormali che potrebbero indicare la leucemia. Un profilo biochimico e un’analisi delle urine sono altri test importanti per i gatti anemici. Questi test valutano la funzione degli organi e i livelli di elettroliti e forniscono importanti informazioni sulla salute generale del gatto.

Infine, un gatto anemico dovrebbe essere testato per il virus della leucemia felina (FeLV) e il virus dell’immunodeficienza felina (FIV) perché questi virus sono cause frequenti di anemia gatto.

Anemia gatto cause: quali sono

Molte malattie, infezioni o altri problemi possono causare una diminuzione del numero di globuli rossi o emoglobina. Questi sono raggruppati in:

  • malattie che causano emolisi (rottura e distruzione dei globuli rossi);
  • traumi o lesioni ai vasi sanguigni o agli organi interni con conseguente sanguinamento:
  • gravi infestazioni parassitarie da pulci, zecche o anchilostomi;
  • tumori (benigni o maligni) del tratto intestinale, dei reni e della vescica urinaria che iniziano a sanguinare;
  • malattie che impediscono la corretta coagulazione del sangue;
  • malattia autoimmune;
  • virus della leucemia felina (anemia gatto FeLV);
  • parassiti del sangue come Mycoplasma haemofelis;
  • sostanze chimiche o tossine (zinco o veleno per topi);
  • qualsiasi malattia grave o cronica (come anemia gatto insufficienza renale);
  • nutrizione molto scarsa o squilibri nutrizionali;
  • virus dell’immunodeficienza felina (anemia gatto FIV).

I gatti soffrono di anemia da carenza di ferro?

L’anemia da carenza di ferro è una malattia comune nelle persone, specialmente nelle donne. Tuttavia, questa carenza di ferro è rara nei gatti e si sviluppa solo in seguito a una grave perdita cronica di sangue o nei gatti che seguono diete molto squilibrate.

Come viene trattata l’anemia gatto?

Se l’anemia del tuo gatto è così grave da mettere in pericolo la vita, sarà necessaria una trasfusione di sangue. Prima di sottoporre il tuo gatto a una trasfusione di sangue, verranno prelevati campioni di sangue per i test diagnostici o per la determinazione del gruppo sanguigno. Lo scopo principale di una trasfusione di sangue è stabilizzare il tuo gatto mentre viene determinata la causa sottostante dell’anemia e altri trattamenti possono iniziare ad avere effetto.

Un ulteriore trattamento sarà determinato una volta che la malattia sottostante che causa l’anemia gatto sarà stata diagnosticata. I trattamenti possono includere corticosteroidi, farmaci antiparassitari, altri farmaci o interventi chirurgici. Il tuo veterinario delineerà un piano di trattamento specifico per le esigenze del tuo gatto in base ai risultati dei test diagnostici.

Qual è la prognosi dell’anemia nel gatto?

La prognosi per i gatti con anemia si basa sulla diagnosi specifica e sulle condizioni del gatto prima di iniziare il trattamento. La maggior parte dei gatti, se l’anemia viene diagnosticata precocemente e gode di una salute relativamente buona, ha una buona prognosi. I gatti che sono anemici a causa di tossine, cancro o malattie autoimmuni o che hanno subito gravi traumi hanno una prognosi meno favorevole.


Credits: wirestock

Se vuoi maggiori informazioni
Chiamaci. I nostri veterinari sapranno consigliarti al meglio
error: Content is protected !!