Cane si gratta. Cause, sintomi e rimedi

cane si gratta

Il cane si gratta. Quando dobbiamo preoccuparci?

Quando il cane inizia a grattarsi insistentemente in maniera convulsiva è un chiaro segnale che c’è qualcosa che non va. Se il prurito è molto forte, il cane cercherà di lenirlo, mordicchiando la zona interessata anche con i denti.

Grattarsi, leccare e mordicchiare sono sintomi abbastanza comuni nei cani e possono essere ricondotti a una varietà di cause.
La prima cosa che ci viene in mente quando vediamo il cane grattarsi sono i parassiti.
Tuttavia, le pulci e le zecche non sono le uniche cause di prurito nel cane. In questo articolo analizzeremo tutte le cause che possono portare il cane a grattarsi.

Uno dei primi segni che il tuo cane ha un problema potrebbe essere lo sviluppo di un “punto caldo”, un’area rossa, umida, irritata che deriva da graffi e sfregamenti continui. I punti irritati possono verificarsi in qualsiasi parte del corpo del tuo cane, tuttavia, si trovano più spesso sulla testa, sul torace o sui fianchi. Queste aree irritate possono diventare grandi e molto dolorose per il cane, se questi continua insistere sulla zona.

Potrebbe interessarti anche: Dermatite atopica nei cani.

Il cane si gratta. Ecco le cause

I cani possono grattarsi per una vasta gamma di motivi, che vanno dalle allergie, all’infestazione da parassiti.

Vediamo nel dettaglio le cause:

  • Allergie. Quando il cane si gratta in maniera convulsiva, è spesso il risultato di allergie alimentari o ambientali, tra cui muffa e polline. I cani possono anche sviluppare un’irritazione cutanea chiamata dermatite da contatto quando entrano in contatto con sostanze come pesticidi o sapone.
  • Noia o ansia. Proprio come le persone con ansia potrebbero mangiarsi le unghie, anche i cani possono avere reazioni fisiche a disturbi psicologici. In effetti, alcuni cani sviluppano una condizione simile al disturbo ossessivo-compulsivo umano. Questa situazione può spingere il cane a grattarsi, graffiarsi, leccarsi o mordersi,che possono causare gravi danni alla salute del cane.
  • Pelle secca. Una varietà di fattori, tra cui il clima invernale e le carenze di acidi grassi, possono causare secchezza cutanea nei cani. Il tuo animale domestico può rispondere al disagio grattandosi.
  • Squilibri ormonali. Se l’organismo del tuo cane non produce abbastanza ormone tiroideo o espelle troppo cortisolo, possono verificarsi infezioni superficiali della pelle. Potresti notare punti calvi e il tuo cane potrebbe iniziare a grattarsi in maniera insistentemente.
  • Dolore. Quando cerchi di capire perché il tuo cane si sta grattando o mordicchiando eccessivamente, assicurati di considerare la possibilità che qualcosa lo stia facendo sentire fisicamente a disagio. Ad esempio, se noti che il tuo cane si morde ripetutamente la zampa, potrebbe avere una spina o una pietra appuntita bloccata nella sua zampa. La masticazione compulsiva o il leccamento possono anche essere una risposta a problemi ortopedici, tra cui l’artrite e la displasia dell’anca.
  • Parassiti. Tra le cause più comuni ci sono le pulci, le zecche e gli acari. Sebbene le zecche siano spesso visibili ad occhio nudo, le pulci spesso non si vedono fino a quando non c’è una grande infestazione e gli acari sono microscopici. Quindi non dare per scontato che il tuo cane non soffra di parassiti solo perché non puoi vederli. Potrebbe interessarti anche: 5 passi per togliere la zecca al cane.

Rimedi contro il prurito nei cani

Se noti che il cane si gratta molto, senza un apparente motivazione, contatta subito il veterinario. Il veterinario aiuterà a capire la causa del comportamento e a determinare il miglior piano di trattamento.

A seconda della causa della causa che ha scatenato il prurito nel tuo cane, il trattamento potrebbe includere:

  • Eliminare i parassiti. Ci sono molti prodotti in commercio per la cura di pulci e zecche, che il veterinario ti può consigliare. Inoltre, assicurati di lavare anche la cuccia del tuo cane, i tappetti, i cuscini e tutte le aree venute a contatto con il tuo cane e eventuali altri animali domestici. Questo ridurrà la probabilità di reinfestazione.
  • Cambiare alimentazione. Se le allergie alimentari sono la causa scatenante del prurito, cambiare alimentazione può essere la soluzione, eliminando i potenziali alimenti dannosi (come la carne di manzo o il grano). Il veterinario potrebbe anche raccomandare una dieta speciale a seconda del caso. L’aggiunta di supplementi di acidi grassi al cibo regolare del tuo animale può anche aiutare ad affrontare i problemi di pelle secca e mantenere sano il pelo del tuo cane.
  • Prescrizione farmaci. Il veterinario può prescrivere farmaci per trattare i problemi di fondo che contribuiscono al prurito nel cane, Inoltre, il veterinario può raccomandare l’uso di antibiotici topici o sistemici, steroidi o prodotti anti-prurito per trattare i punti caldi esistenti o le infezioni della pelle.
  • Evitare che il cane si gratti troppo. Poiché i comportamenti compulsivi possono causare seri danni e influire sulla qualità della vita del tuo cane, è importante fare del tuo meglio per impedire al cane di insistere troppo sull’area già irritata. Alcune idee includono l’uso di spray amari che scoraggiano il cane da grattarsi ancora, l’uso di un collare elisabettiano, per impedire l’accesso ai punti caldi.
  • Affrontare ansia o noia. In alcuni casi, il grattarsi in maniera compulsiva, si sviluppa in risposta a paura, stress o stimolazione inadeguata. Per ridurre questa probabilità, assicurati che il tuo cane riceva abbastanza esercizio, attenzione e amore. Può anche essere utile addestrare il cane a masticare giocattoli o ossa per alleviare lo stress.

 


PhotoCredits CC: 3dman_eu

Se vuoi maggiori informazioni
Chiamaci. I nostri veterinari sapranno consigliarti al meglio

Contattaci per maggiori informazioni

02 94 75 75 74