Alimentazione cane. Una guida per una dieta completa

alimentazione cane

Scegliere l’alimentazione migliore per il tuo cane e imparare a nutrirlo può essere difficile, soprattutto se si tratta del primo cane. La scelta sul mercato è vastissima, come facciamo allora a districarci?

É necessario imparare a leggere l’etichette del cibo in scatola, se poi scegliete di preparalo voi, è importante capire le basi per una corretta nutrizione.

IN QUESTO ARTICOLO

Alimentazione cucciolo cane

I cuccioli hanno un’alimentazione completamente differente rispetto agli adulti.
Quando comprate il cibo al supermercato dovete fare attenzione che sull’etichetta sia specificato che sia per i cuccioli.
Un cucciolo di 8 settimane di età infatti necessita del doppio delle calorie immagazzinate da un adulto. I cuccioli richiedono più proteine, grassi, calcio e fosforo. Questi nutrienti devono essere bilanciati.

In commercio vi sono varie formule pensate per le particolari esigenze dei vari tipi di cuccioli.

I cibi per i cani di piccola taglia hanno generalmente crocchette molto piccole peculiari per la loro grandezza e facilmente masticabili.

Quelli, invece, per i cani di taglia grande, sono specifici per la loro crescita. Hanno un apporto calorico equilibrato alla loro stazza, che permette loro di crescere e diventare fisicamente grandi in maniera graduale senza andare incontro a problemi di obesità. Mettere infatti troppo peso, troppo precocemente, su ossa ancora fragili può portare a gravi problemi di salute nel futuro.

Quando deve mangiare

Per quanto riguarda la frequenza dell’alimentazione per il cane, è sempre meglio pasti frequenti 4-5 volte al giorno.
È molto importante che il cucciolo si abitui a mangiare il suo cibo durante i pasti prestabiliti. La ciotola del cibo non deve essere sempre a disposizione. È fondamentale che fin da giovane segua questa routine.
Non prendete l’abitudine di dare gli avanzi sotto il tavolo al vostro cane, se prende questa pratica come comune, sarà molto difficile in futuro toglierla.

Alimentazione commerciale

Ci sono tre grandi categorie per quanto riguarda l’alimentazione del cane commerciale: super premium, premium e low-cost.

  • Super premium: questa tipologia di cibo è quella generalmente più costosa. Hanno la più alta concentrazione di principi nutritivi (il cucciolo quindi non avrà bisogno di mangiare tanto) e la massima digeribilità.
    Per ottenere ciò, questi alimenti utilizzano gli ingredienti più costosi e di alta qualità. Più grassi rendono il cibo più gustoso e quindi i cani mangiano più volentieri. Alta digeribilità significa pulire meno cacca perché maggiore sarà il cibo assorbito dal corpo.
  • Premiuim: questa tipologia è facilmente trovabile nei negozi alimentari per animali. Non sono così costosi come i super premium, ma hanno ingredienti di buona qualità. Sono prodotti che vanno mediamente bene per i cuccioli.
  • Low-cost: sono quelli generalmente più economici, facilmente individuabili all’interno del supermercato. L’alimentazione per il cane low-cost ha ingredienti di bassa qualità che si traduce in cibo meno gustoso e bassa digeribilità. Non sono consigliati per il vostro cane. Questo tipo di cibi aumenta la quantità di cacca del vostro cane, perché contiene riempitivi che finiscono sul prato invece di essere digeriti.

cibo per cani

Alimentazione del cane casalinga

Molte persone preferiscono preparare il cibo per il proprio cucciolo a casa con ingredienti freschi. La carne deve essere scelta di buona qualità, preferibilmente pollo o tacchino e cucinata o ai ferri o bollita. Se scegliete pesce deve essere ben pulito e senza lische. Non ci devono essere condimenti né sughi. La carne o il pesce possono essere accompagnati da pasta stracotta e carote o zucchine lesse frullate.
Se scegliete questa tipologia di alimentazione, l’importante è che prima chiediate consiglio al veterinario nutrizionista, il quale saprà indicarvi la dieta più idonea per il vostro cucciolo.

Leggi anche: hai appena preso un cucciolo e non sai cosa fare? 

Cambiare il cibo

Prima di portar3 a casa il vostro cane, informatevi su cosa era solito mangiare. Un cambio improvviso nella dieta può causare dissenteria. Lo stress della nuova casa e della nuova famiglia è sufficiente, evitategli anche problemi alla pancia.

Se proprio avete necessità di cambiare alimentazione al cane, potete favorire la transizione verso un nuovo cibo, mischiando metà del vecchio e metà del nuovo.
Gradualmente dopo la prima settimana riducete la percentuale del vecchio cibo e aumentate il nuovo.


PhotoCredits CC: jagdpinzessin; monika1607

Chiedi consiglio per una corretta alimentazione
Contatta subito il veterinario

 

Contattaci per maggiori informazioni

02 94 75 75 74