Sterilizzazione cane: tutto quello che devi sapere

sterilizzazione cane

Cos’è la sterilizzazione

La sterilizzazione si riferisce alla rimozione degli organi riproduttivi di un cane femmina. Quando un cane femmina viene sterilizzato, il veterinario rimuove le sue ovaie, le tube di Falloppio e l’utero. La sterilizzazione rende un cane femmina non più in grado di riprodursi ed elimina il suo ciclo di calore.
É un’operazione chirurgica importante, più invasiva rispetto alla castrazione nel cane maschio. La convalescenza dura un paio di giorni, poi il tuo cane potrà godersi appieno tutti i benefici legati alla sterilizzazione.

Perché sterilizzare?

I benefici per il tuo cane sono notevoli:

  • Ridurre il rischio di alcune malattie, come cancro delle ghiandole mammarie o la piometra: una comune e pericolosa infezione dell’utero. La piometra consiste in una raccolta di pus all’interno dell’utero, che se non curata può portare alla morte della cagnolina.
  • Eliminare il calore. I cani femmina non sterilizzate vanno in calore una volta ogni otto mesi e durano fino a tre settimane ogni volta. E, a differenza delle donne non entrano in menopausa. Vanno regolarmente in calore per tutta la vita, a meno che non siano sterilizzate. Il tuo cane quindi dopo la sterilizzazione starà meglio e la tua casa sarà anche più pulita
  • Evitare la trasmissione di malattie sessuali che derivano da accoppiamenti con altri cani maschi.
  • Ridurre il rischio di scappare. Quando il tuo cane femmina va in calore, sia i suoi ormoni che i suoi istinti la spingono a trovare un compagno. Questo la porterà a tentare di scappare ogni volta che può.
    Inoltre quando è in calore, bisogna stare molto attenti a portare il cane fuori, perché può incontrare cani maschi e dar vita a gravidanze indesiderate
  • Ridurre il randagismo. Una volta sterilizzata il cane non potrà più riprodursi e questo serve a prevenire il randagismo.
  • Evitare la falsa gravidanza. La falsa gravidanza è un è un evento molto comune tra i cani femmina non sterilizzate, circa il 60% va incontro a questo fenomeno. È un evento per cui la cagnolina mostra tutti i sintomi di una gravidanza pur non essendolo.
  • Prevenire mastiti. Se la cagnolina va incontro a una falsa gravidanza, se la montata lattea diventa significativa, il cane potrà leccarsi insistentemente le mammelle. A lungo andare questo può sviluppare una mastite, un’infezione infiammatoria alle mammelle e creare numerosi problemi al vostro cane

Leggi anche: Sterilizzazione gatto

A che età sterilizzare un cane

Può essere sterilizzata in qualsiasi momento dopo le otto settimane di età, e preferibilmente prima del suo primo calore per portare migliori benefici per la salute. Il primo ciclo di calore si verifica intorno ai sei mesi di età, a seconda della razza.

Quanto costa sterilizzare un cane

Il costo per una sterilizzazione di un cane femmina è maggiore rispetto a quello di un maschio. In quanto l’intervento è più invasivo. Il prezzo varia molto dalla zona, dal peso del cane e dal numero di chirurghi presenti in sala.

É importante sottolineare, che essendo un’operazione chirurgica importante per il tuo cane, è ben affidarsi a professionisti. Prezzi troppo bassi sono spesso sinonimo di bassa qualità. Non mettete a rischio la vita del vostro cane affidandovi a chi vi promette prezzi stracciati.

Come avviene la sterilizzazione

Prima dell’operazione

Prima dell’operazione, vengono effettuate le analisi del sangue per assicurarsi che il cane sia abbastanza sano per l’intervento chirurgico e non ha condizioni sconosciute che potrebbero influenzare la scelta dell‘anestesia.

Seguite le indicazioni fornite dalla clinica, ma in generale il cane non deve mangiare per almeno 8 ore prima dell’intervento, perché l’anestesia può causare nausea. Alcuni veterinari chiedono di interrompere tutto il cibo a partire dalla mezzanotte della sera prima dell’intervento. Bere acqua in anticipo va bene, tuttavia.

Dopo l’operazione

L’operazione di sterilizzazione avviene in giornata. Una volta portata a casa, il cane potrebbe avere un po’ di nausea e non mangiare per un giorno o due.

Limita la sua attività per la settimana seguente, poiché molto movimento o esercizio fisico può causare gonfiore o permettere che il liquido si accumuli sotto l’incisione.
I punti dovranno essere rimossi dopo circa 7/10 giorni, a seconda del tipo di materiale utilizzato. Il tuo veterinario ti fornirà i dettagli su come controllare che l’incisione stia guarendo e quando tornare per rimuovere i punti.

Sterilizzazione con AmicoVet

Offriamo un servizio di sterilizzazione tutto compreso, questo servizio è pensato per offrire la massima comodità e sicurezza sia per te che per il tuo animale.

Come funziona il nostro servizio:

  1. Trasporto presso la struttura veterinaria. veniamo a prendere il vostro animale al vostro domicilio e lo portiamo in clinica per la sterilizzazione.
  2. Visita anestesiologica. Viene effettuata una visita necessaria per valutare lo stato generale dell’animale e ricercare eventuali fattori di rischio per l’anestesia. Durante la visita vengono svolti anche gli esami del sangue.
  3. Chirurgia. Viene effettuta l’operazione di sterilizzazione/castrazione
  4. Monitoraggio. Dopo l’operazione l’animale viene tenuto in osservazione e monitorato.
  5. Trasporto a casa. Al termine della giornata vi riportiamo il vostro animale a casa.
  6. Controllo telefonisco post-operazione. Il veterinario rimane a vostra disposizione per qualsiasi dubbio o problema.
  7. Rimozione punti.Visita di controllo e rimozione punti dopo circa 10-15 giorni.

Forniamo la massima sicurezza e professionalità. Garantiamo sempre:

visita anestesiologica. prima dell'operazione verranno effettuati gli esami del sangue e una visita anestesiologica necessaria per valutare lo stato generale dell'animale e ricercare eventuali fattori di rischio per l'anestesia.
anestesia gassosa. la tecnica più affidabile, sicura e più facilmente tollearata dall'animale. Ha un impatto sull'organismo molto meno importante rispetto alla vecchia anestesia veterinaria iniettabile.
supporto pre e post-operazione il veterinario è disponibile prima e dopo l'operazione per qualsiasi dubbio o problema

Puoi chiamarci senza impegno per maggiori informazioni. Clicca qui.

Convalescenza: a cosa stare attenti

Se dopo l’intervento il cane continua a leccare i punti è bene farle indossare un cane elisabettiano per impedirglielo.

Se il liquido fuoriesce dall’incisione, portala dal veterinario.
Alcuni cani tossiscono dopo l’intervento chirurgico perché il tubo di anestesia, che viene messo giù per la gola, può causare irritazione. Se la tosse dura più di un paio di giorni, chiama il veterinario.

 


PhotoCredits CC: barfmagyarorszag; Hanai7 

Prenota qui la sterilizzazione per il tuo animale
Chiamaci senza impegno.